I posti di lavoro saranno sostituiti dai robot?

I posti di lavoro saranno sostituiti dai robot?

Il nostro obiettivo è quello di evidenziare le aree di conflitto che hanno il potenziale di influenzare la vita di milioni di persone in tutto il mondo. Ciò significa creare posti di lavoro e, alla fine, i robot sostituiranno i lavoratori nel mercato futuro. Che ruolo giocherà il futuro del lavoro e, cosa ancora più importante, quanto sarà sicuro il tuo lavoro? Queste sono le domande che prenderemo in considerazione nel contesto di questa visione.

Lo scopo di questa serie è promuovere la consapevolezza della robotica e il valore di questo sviluppo. Ci piace pensare che le nuove tecnologie siano lontane, ma in realtà siamo più vicini alla realtà high-tech di quanto pensiamo. Cosa significa questo? Come sarà il nuovo mondo del lavoro, dove i robot saranno parte integrante dell’ambiente? Per alcuni, questa domanda diventa più significativa quando si chiedono se il loro lavoro sarà reso possibile dalla tecnologia. La risposta breve e corretta a questa domanda è semplicemente – forse.

Prima di tutto, vale la pena notare che non ci sarà un grande attacco come nel film. Questo non è vero perché la tecnologia è ancora agli inizi. Ad un esame più attento, vedremo che gli esseri umani lavorano con i robot. Francamente, stiamo sperimentando questa tendenza proprio ora nel settore automobilistico, manifatturiero e in alcuni settori dell’ospitalità. Si prevede che l’uso dei robot si diffonderà anche nei servizi sanitari e alimentari. I robot in generale sembrano essere la soluzione ai problemi legati a compiti complessi. Questo tende ad essere il caso dei settori che richiedono competenze digitali specializzate o di aree che richiedono ritmi di lavoro più rapidi. L’utilizzo principale dei robot negli affari è esclusivamente il marketing. Alcuni dipartimenti o aree di produzione funzionano meglio quando i robot completano compiti un tempo svolti dagli esseri umani.

I lavoratori del 21° secolo devono essere preparati a sviluppare le proprie competenze per rimanere attraenti per i datori di lavoro. Le aziende sono alla ricerca di persone con competenze digitali e la capacità di vedere il quadro generale. Alcuni analisti prevedono che ulteriori incrementi di produttività richiederanno lo sviluppo di nuove competenze per tenere il passo con i progressi tecnologici. Ciò non significa tornare all’università per un altro corso, ma piuttosto passare a una nuova competenza o frequentare un seminario di un giorno su un argomento specifico nel campo prescelto. Per i lavoratori con autismo, i robot possono svolgere un ruolo aggiuntivo fornendo assistenza nella comunicazione e nelle abilità sociali. Tuttavia, l’attenzione è rivolta alla collaborazione uomo-macchina come mezzo per massimizzare la produttività. Purtroppo, esiste un fattore umano che non può essere ignorato e che sta causando la crescente dipendenza dalla produzione robotica. Questo è l’uso di droghe, in particolare la dipendenza da oppioidi, e la devastazione che crea sui profitti della società. A causa dell’impatto negativo delle droghe sul posto di lavoro, alcuni datori di lavoro hanno optato per l’automazione.

La migliore strategia per l’occupazione attuale e futura è affinare le competenze e diversificare il talento per evitare il proverbiale “one trick pony”. Un’area che necessita di talenti straordinari sono i lavori che richiedono competenze trasversali in diminuzione, apprezzate dalle aziende. Il dipendente ideale ha una rara combinazione di eccellenti capacità tecniche e persone impeccabili o abilità sociali. I migliori dipendenti hanno molte competenze diverse e abilità interpersonali o sociali. Le aziende multinazionali riconoscono il valore delle competenze trasversali e assumono consulenti per insegnare ai propri dipendenti le complessità della comunicazione, delle competenze e della leadership. Ancora più importante, questi sono esempi umani aumentati, piuttosto che concentrarsi esclusivamente sui robot. Di conseguenza, in futuro i robot troveranno posto nei luoghi di lavoro e nelle case, ma solo con le abilità speciali con cui siamo nati.

Comments

No comments yet. Why don’t you start the discussion?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *